12 MARZO 1947, WASHINGTON

HARRY S. TRUMAN, PRESIDENTE USA

“Dobbiamo mantenere viva quella speranza. I popoli liberi del mondo guardano a noi per il supporto nel mantenimento delle loro libertà.”

NARRATORE

Gli americani si uniscono alla LOK, proprio mentre le forze resistenti rimangono prive dei rifornimenti dall’Unione Sovietica: è il prezzo di Yalta. (1)

Il Popolo greco, che ha vinto gli italiani, i tedeschi e gli inglesi, è così sconfitto dai nuovi padroni.

BRADY KIESLING, EX DIPLOMATICO USA

“La missione americana era divisa: c’era chi considerava il proprio ruolo, in funzione di democratizzare la Grecia, liberalizzare la Grecia, e renderla più democratica; ed altri che invece vedevano una Grecia autoritaria con un ruolo militare forte. Pensavano che ciò fosse la scelta migliore, visto il crescente contesto della Guerra Fredda”.

NARRATORE

17 Novembre 1947

Da Atene, parte un memorandum (2) della missione americana, diretto a Washington: “Abbiamo stabilito un effettivo controllo […] sul bilancio nazionale, sulla tassazione, sull’erogazione di nuova carta moneta, sulle politiche dei prezzi e dei salari e sulla pianificazione economica statale; oltrechè sulle importazioni e le esportazioni, sul cambio di valuta estera, sulle direttive circa la ricostruzione militare e le spese per i soccorsi alla popolazione”.

L’Office of Strategic Services (OSS), crea il servizio segreto greco (KYP: Kentriki Yperesia Pliroforion). (3)

Centinaia dei suoi agenti verranno istruiti e addestrati in America; uno di questi, sarà presto noto: Georgios Papadopoulos. (4)

Washington, 4 Aprile 1949

Gli americani si inventano un’alleanza militare che intende proteggere l’Europa occidentale dall’invasione sovietica. La Sede centrale è nel cuore d’Europa: a Bruxelles.

Ogni Stato invitato potrà farne parte: “depositando il proprio strumento di adesione presso il governo degli Stati Uniti d’America (5).”

Come spiega l’ex funzionario del Dipartimento di Stato William Blum: “la Grecia è ormai trasformata in un alleato – cliente degli Stati Uniti, ben integrato nel sistema della NATO”. (6)

La LOK diventa un esercito diretto dalla Cia, integrato nella rete segreta coordinata dalla Nato (7).

Gli aiuti ed i prestiti del Piano Marshall superano i settecento milioni di dollari (8).

Non sarà un pasto gratis: il partito comunista, un protagonista della Resistenza, è reso illegale e le altre formazioni alternative vengono marginalizzate; politici e sindacalisti sono esiliati o imprigionati (9).

La priorità dei governanti non è la piena occupazione, ma la stabilità monetaria (10).

Nel solo 1963, la disoccupazione arriva al 13,88% (11).

In meno di due decenni, oltre un milione di persone è costretto ad andarsene (12).

Disoccupazione nascosta ed emigrazione: la “questione lavoro” è risolta.

DIMITRIS KAZAKIS, ECONOMISTA

“Hanno costretto i governi post guerra civile, che erano dei loro strumenti, a firmare un regolamento del debito antebellico. Un tremendo regolamento di colonizzazione, argomentando: «Se non firmate questo regolamento, non vi mettiamo nella Comunità Europea».”

ANTONIS PAPANTONIOU, EX AMMIRAGLIO DELLA MARINA MILITARE

“Mentre ora, quel che vedi non sono le divise militari, non vedi la svastica, non vedi i carri armati, ma il completo con la cravatta e il portatile in mano.”

NIKOS RAFTOPOULOS, Patriota greco

“Hanno tentato di farlo in modo violento con i carri armati, i cannoni, le esecuzioni e gli olocausti. Adesso, con l’Europa unita, tentano di nuovo di unire l’Europa sotto il dominio tedesco, tramite l’economia.”

ANTONIS PAPANTONIOU, EX AMMIRAGLIO DELLA MARINA MILITARE

“Questi mezzi economici, hanno creato nell’ambito della popolazione delle condizioni di genocidio.”

2 Marzo 2010

GIORGOS PAPANDREOU, PRIMO MINISTRO

Discorso al Parlamento riunito [https://www.youtube.com/watch?v=m9QGuzmRv8o]

“Signore e Signori, colleghi, siamo in uno stato di guerra con scenari negativi contro la nostra Patria. Mi dispiace come greco, mi dispiace come cittadino, perché alcuni hanno portato il paese in questa situazione.”

RADIO ARVÌLA – (Link: https://www.youtube.com/watch?v=ZStWo3RylAg) – 

“Si discute tanto sulla possibile causa: perché siamo giunti fin qui?”

NARRATORE

Già, di chi è la colpa di questa maledetta crisi? Perché non ci sono soldi?

ON. THEODOROS PANGALOS (https://www.youtube.com/watch?v=OH-drMQchAU)

“Ce li siamo mangiati tutti insieme nel quadro di un rapporto di clientela politica, corruzione, compravendita ed umiliazione del senso della politica stessa.”

STUDENTE UNIVERSITARIO- B

“Io sono d’accordissimo, non con la sua ideologia politica ma con quel che ha detto, cioè che tutti quanti abbiamo avuto la colpa, che tutti insieme abbiamo messo una piccola pietra.”

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO

(https://www.youtube.com/watch?v=g9bvHZ7BCfk)

“Guardate che succede nella Pubblica Amministrazione: nuovi sprechi hanno visto la luce; incredibile orgia di sprechi nell’Amministrazione Pubblica. Hanno speso 285 milioni di euro per telefonate nell’arco di un anno, 5.300 per dei sigari, 3.000 per intimo di seta”.

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO

https://www.youtube.com/watch?v=GtR0GtuupDo
“Anche quest’anno, la percezione del resto del mondo sul settore pubblico rimane la peggiore possibile.”

STUDENTE UNIVERSITARIO – A

“I deficit continui hanno portato il paese alla crisi, i deficit continui. Il fatto che i governi distribuivano soldi alla gente.”

ALBERGATRICE

“C’erano stipendi un po’ più alti del normale.”

HARRIS KOKOSSIS, AVVOCATO

“Il popolo greco, il popolo mediterraneo, una cosa che è sia buona che brutta, non ha mai avuto il senso della misura, cioè non aveva una misura del proprio consumo, del lusso; voleva e viveva una vita sopra le misure del possibile.”

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO

(https://www.youtube.com/watch?v=zrs_SATF5tQ)

“Solo il Messico ha una valutazione peggiore di quella della Grecia. La questione più spinosa è quella dell’evasione fiscale.”

STUDENTE UNIVERSITARIO – A

“La colpa a questo punto ce l’abbiamo anche noi cittadini, perché c’è chi ha una piccola bottega, un’edicola e non fa le ricevute o non paga le tasse allo Stato.”

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO

(https://www.youtube.com/watch?v=zrs_SATF5tQ)

“Una possibile soluzione? Probabilmente sensibilizzare le persone; e poi creare più enti dove i cittadini possano andare a denunciare.”

RAGAZZA (A)

“Coloro che operavano una forte evasione fiscale. Ma a livello personale credo che ognuno di noi ha una parte di responsabilità.”

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO

(https://www.youtube.com/watch?v=7cxC_njQ3CM)
“Secondo uno studio dell’Università di Linz [Austria], nel quale non sono stati calcolati i soldi in nero realizzati da azioni illegali; il primato dell’economia sommersa è nel settore del turismo, con guadagni per 14,19 miliardi di euro”.

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO

(https://www.youtube.com/watch?v=7cxC_njQ3CM)
“Altri servizi, come lezioni private, parrucchieri, assistenti domestici e baby sitter per 11,61 miliardi di euro.”

RAGAZZO (A)
“Come popolo, credo non siamo corretti quanto avremmo dovuto essere.”

RAGAZZA (B)
“Perché non pensiamo al futuro, pensiamo all’adesso.”

STUDENTE UNIVERSITARIO

“Io credo che ognuno di noi sia colpevole in modo diverso, ogni cittadino greco, tutti noi.”

GIORGOS PAPANDREOU, PRIMO MINISTRO
(https://www.youtube.com/watch?v=RzDobgNYqeM)

“Sono misure dure contro la corruzione. Non sono misure dure contro la gente, il pensionato o il salariato. Contro la corruzione.”

TELEGIORNALE/PROGRAMMA TELEVISIVO:

(https://www.youtube.com/watch?v=g9bvHZ7BCfk)
“Ingrato cittadino greco, vuoi sapere chi è il colpevole per le spese di Governo? TU!”

RAGAZZO (C)

“Siamo tutti partecipi e tutti complici.”

MONI OVADIA, SCRITTORE

“Una parte vastissima del nostro lessico e dei neologismi che possiamo costruire, in campo medico, in campo scientifico, sono greci; ma anche in campo filosofico concettuale. Noi non possiamo non dirci greci, tutti quanti.”

NOTE:
1- Ganser Daniele, NATO’s Secret Armies – Operation Gladio and Terrorism in Western Europe – Frank Cass Verlag, London – 2005 (The Secret War in Greece, p.215)

2- Blum William, Killing Hope – U.S. Military and CIA Interventions Since World War II, Greece 1947 to early 1950s: From cradle of democracy to client state – Common Courage Press, 2004 – (p.37) – Sent by Horace Smith of AMAG; U.S. National Archives, Record Group 59, cited in Michael M. Amen, American Foreign Policy in Greece 1944/1949: Economic, Military and Institutional Aspects (Peter Lang Ltd., Frankfurt, W. Germany, 1978), pp. 114-5.

3- Blum William, Killing Hope – U.S. Military and CIA Interventions Since World War II, Greece 1947 to early 1950s: From cradle of democracy to client state – Common Courage Press, 2004 – (p.37)

4- Blum William, Killing Hope – U.S. Military and CIA Interventions Since World War II, Greece 1964-1974: “Fuck your Parliament and your Constitution,” said the President of the United States – Common Courage Press, 2004

5- The North Atlantic Treaty ART.10 – http://www.loc.gov/law/help/us-treaties/bevans/m-ust000004-0828.pdf

6 – Blum William, Killing Hope – U.S. Military and CIA Interventions Since World War II, Greece 1947 to early 1950s: From cradle of democracy to client state – Common Courage Press, 2004 – (p.37)

7- Peter Murtagh, The Rape of Greece:The King, The Colonels and the Resistance, London: Simon and Schuster, 1994)- p.30

8- Zupi Marco, L’eredità del Piano Marshall per la politica di cooperazione allo sviluppo – CeSPI, Centro Studi di Politica Internazionale (1997) – p.15

9 – Sachinidis Filippos, “Il regime monetario della Grecia: dalla partecipazione della dracma nel sistema di Bretton Woods fino all’UEM” – Το νομισματικό καθεστώς της Ελλάδας: Από τη συμμετοχή της δραχμής στο σύστημα του Bretton Woods μέχρι την Ο.Ν.Ε. (2005) pp.12/13

10- ibidem, p.15

11- elaborazione vox populi.xyz su dati studio F. Sachinidis, “Il regime monetario della Grecia: dalla partecipazione della dracma nel sistema di Bretton Woods fino all’ UEM”- p.10.

ΑπότησυμμετοχήτηςδραχμήςστοσύστηματουBretton Woods μέχρι την Ο.Ν.Ε. – (2005)

12- Sachinidis Filippos, “Il regime monetario della Grecia: dalla partecipazione della dracma nel sistema di Bretton Woods fino all’UEM”- (2005) – p.9